Logo Fondazione Marco Biagi Logo Università di Modena e Reggio Emilia

III International Conference in Commemoration of Professor Marco Biagi

La FONDAZIONE “MARCO BIAGI” dell’Università di Modena e Reggio Emilia e ADAPT – Associazione per gli Studi Internazionali e Comparati sul Diritto del Lavoro e sulle Relazioni Industriali

 

in collaborazione con l’Associazione amici “Marco Biagi” 

 

e con il patrocinio dell’Università Luiss Guido Carli

 

organizzano il III convegno internazionale in ricordo di Marco Biagi su:

 

Strategia di Lisbona innovazione organizzativa e capitale umano

 

Roma, 18-19 marzo 2005

 

Innovazione organizzativa e capitale umano. Se ne è parlato molto, negli ultimi mesi, soprattutto nel nostro Paese. Il tema, in realtà, non è nuovo, almeno per quanti, come Marco Biagi, hanno sempre prediletto una prospettiva di analisi e confronto di taglio comunitario e interdisciplinare.

Già nei primi mesi del 2001 Marco Biagi aveva invitato decisori politici, opinion makers e parti sociali ad abbandonare ogni resistenza verso una
innovazione organizzativa – e anche normativa – coerente con le istanze di competitività delle imprese e di valorizzazione del capitale umano. E indicava negli obiettivi della Strategia di Lisbona le linee guida per orientare il complesso processo di modernizzazione del nostro mercato del lavoro nella transizione da un sistema economico “industrialista” ad uno nuovo fondato sulle “conoscenze”.

«Il quadro giuridico-istituzionale ed i rapporti costruiti dalle parti sociali, quindi il diritto del lavoro e le relazioni industriali» – scriveva Marco Biagi in uno dei suoi ultimi lavori – «devono cogliere queste trasformazioni in divenire, agevolandone il governo. Si tratta di uscire dalla logica di un confronto di breve respiro: le parti sociali devono trovare le convergenze per coltivare una nuova progettualità nella gestione delle risorse umane e dei rapporti collettivi di lavoro, modernizzando il sistema delle regole che dovrà diventare sempre più concordato e meno indotto dall’attore pubblico».
E’ da queste considerazioni – e intuizioni – che la Fondazione “Marco Biagi”, ADAPT e l’Associazione amici “Marco Biagi” intendono avviare un dibattito internazionale che possa consentire di tradurre in un concreto impegno civile e progettuale il sacrificio di Marco.