Logo Fondazione Marco Biagi Logo Università di Modena e Reggio Emilia

Gig economy e sicurezza sul lavoro: quali tutele per le nuove forme di lavoro

Fondazione Marco Biagi e Aias Associazione Italiana Ambiente e Sicurezza celebrano insieme la Giornata della salute e della sicurezza del lavoro organizzando un seminario on line dal titolo: “Gig economy e sicurezza sul lavoro: quali tutele per le nuove forme di lavoro”.

L’avvento dell’economia digitale e delle piattaforme insieme all’emergenza pandemica hanno portato al centro del dibattito politico e scientifico il tema delle tutele lavoristiche e previdenziali con un’attenzione particolare a quelle in materia di salute e sicurezza

Sarà quindi l’occasione per un approfondimento e un confronto sulla necessità di nuove tutele in ambito di diritto del lavoro e di sicurezza dei lavoratori e delle lavoratrici alla luce dei cambiamenti e delle trasformazioni avvenute.

Saranno approfondite, in particolare, le tutele dei lavoratori e delle lavoratrici e le prospettive in merito ai rischi nuovi ed emergenti per il lavoro agile e delle figure professionali correlate al lavoro mediante piattaforma.

Il seminario Gig economy e sicurezza sul lavoro: quali tutele per le nuove forme di lavoro si terrà on line, su piattaforma Zoom, il giorno 28 aprile 2021 dalle 11.00 alle 13.00.

Scopri il programma

Programma

Saluti istituzionali


FRANCESCO SANTI – Presidente AIAS


ROBERTO PINARDI – Professore ordinario di Istituzioni di diritto pubblico Università di Modena e Reggio Emilia – membro del Comitato scientifico della Fondazione Marco Biagi


Interverranno e risponderanno alle domande dei partecipanti:


EDOARDO ALES – Professore ordinario di diritto del lavoro Università di Napoli Parthenope – membro del Comitato scientifico della Fondazione Marco Biagi

Salute e sicurezza del lavoro mediante piattaforma


ALBERTO LEVI – Professore ordinario di diritto del lavoro Università di Modena e Reggio Emilia – Presidente Commissione di certificazione Fondazione Marco Biagi

Lavoro agile e la tutela della sicurezza. Il diritto alla disconnessione

La partecipazione è libera e gratuita, previa registrazione nella pagina dedicata sulla piattaforma EVENTBRITE