Logo Fondazione Marco Biagi Logo Università di Modena e Reggio Emilia

Le novità sul lavoro agile. Il Protocollo del 7 dicembre 2021 e le Linee guida per la Pubblica amministrazione

ISCRIZIONI APERTE

Data: 4 Febbraio 2022, ore 15:00

Scadenza iscrizioni: 4 Febbraio 2022, ore 14:30

Venerdì 4 febbraio 2022, dalle 15.00 alle 18.00, si terrà un seminario sul tema del lavoro agile, organizzato dalla Fondazione Marco Biagi, nell”ambito dell’Osservatorio Lavoro digitale, con la collaborazione del Dipartimento di Economia Marco Biagi dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

Il seminario, che rientra tra le iniziative del Corso di Dottorato in Lavoro, Sviluppo e Innovazione, si terrà in presenza e sarà trasmesso in diretta streaming.

Obiettivo dei promotori dell’iniziativa è di analizzare, insieme a esperti del settore e nella consueta chiave interdisciplinare, il Protocollo nazionale sul lavoro in modalità agile (sottoscritto il 7 dicembre 2021 per il settore privato) e le Linee guida in materia di lavoro agile nelle amministrazioni pubbliche.

Quali sono le novità su lavoro agile?

Il tema del lavoro agile, sia nel settore privato che nel pubblico, è da mesi al centro di un vivace dibattito tecnico e politico, che continua a evidenziarne la complessità applicativa e definitoria.

Le ultime novità dispositive in materia sollecitano nuove riflessioni tanto sulla funzionalità agevolativa dello smart working quanto sulla sua compatibilità con le caratteristiche strutturali del contesto in cui viene applicato.

A gran voce è stata annunciata l’adozione del Protocollo 7/12/2021 e delle “Linee guida per il lavoro agile presso la P.A.” che traccerebbero dello strumento di flessibilità un “rinnovato” e più marcato profilo: contrattualizzato, dotato dei necessari e sicuri strumenti tecnologici, organizzato per obiettivi, finalizzato alla conciliazione, alla soddisfazione di cittadini e imprese, all’efficienza e alla produttività.

La nuova pagina sul lavoro agile sembrerebbe indirizzata a svincolare l’applicazione dell’istituto dall’andamento altalenante dell’emergenza pandemica, puntando su tre fattori essenziali: la regolazione nei contratti, l’innovazione organizzativa e la maggiore responsabilizzazione delle relazioni sindacali.

Leggi il programma del seminario

ore 15.00 – 16.30 – SESSIONE 1: IL CONTESTO E LA DISCIPLINA

Introduce e coordina:
Iacopo Senatori, Ricercatore di Diritto del lavoro, Unimore – Comitato scientifico Fondazione Marco Biagi

Il bilancio sull’attuazione del lavoro agile nei lavori del Gruppo di studio ministeriale
Matteo Rinaldini, Associato di Sociologia dei processi economici e del lavoro, Unimore
Lorenzo Zoppoli, Ordinario di Diritto del lavoro, Università di Napoli Federico II

Profili di organizzazione del lavoro: autonomia, conciliazione, benessere
Ylenia Curzi, Associata di Organizzazione aziendale, Unimore – Comitato Scientifico Fondazione Marco Biagi

Il quadro normativo per il lavoro privato
Riccardo Salomone, Ordinario di Diritto del lavoro, Università di Trento – Comitato scientifico Fondazione Marco Biagi

Il quadro normativo per il lavoro pubblico
Edoardo Ales, Ordinario di Diritto del lavoro, Università di Napoli Parthenope – Comitato scientifico Fondazione Marco Biagi

Protezione dei dati e tutela della riservatezza
Noemi Miniscalco, Assegnista di ricerca Unimore – DPO Fondazione Marco Biagi

ore 16.30 – 18.00 SESSIONE 2: TAVOLA ROTONDA

Coordina:
Tommaso Fabbri, Ordinario Organizzazione aziendale, Unimore – Vice Presidente Comitato Scientifico Fondazione Marco Biagi

Intervengono:
Luigi Torlai, Consigliere AIDP Emilia Romagna
Daniele Dieci, Segretario Generale Cgil di Modena
Rosamaria Papaleo, Segretaria Generale Cisl Emilia Centrale
Alberto Zanetti, Segretario Generale Uilm di Modena
Daniela Migliozzi, “Ufficio sviluppo organizzativo, programmazione e controlli, città universitaria”, Direzione generale, Comune di Modena

La partecipazione è libera e gratuita, è richiesta l’iscrizione tramite il modulo presente nella pagina. Seguirà e-mail con le modalità di partecipazione.

Per iscriverti compila il modulo

Il sottoscritto, avendo preso visione dell’informativa privacy , acconsente al trattamento dei dati personali