Logo Fondazione Marco Biagi Logo Università di Modena e Reggio Emilia

Il lavoro dopo il “Decreto Trasparenza”. Tra nuovi obblighi informativi e nuove tutele

ISCRIZIONI CHIUSE

Data: 20 Ottobre 2022, ore 10:00

Scadenza iscrizioni: 19 Ottobre 2022, ore 17:30

Il seminario, organizzato dalla Commissione di Certificazione della Fondazione Marco Biagi, si terrà in presenza nella giornata di giovedì 20 ottobre 2022 dalle 10.00 alle 13.00 presso la sede della Fondazione Marco Biagi e sarà trasmesso in streaming tramite la piattaforma Teams.

La Commissione di Certificazione della Fondazione Marco Biagi ha deciso di dedicare un focus specifico al Decreto Trasparenza che, alla luce di una disamina ad ampio spettro delle sue molteplici implicazioni sistematiche, si propone di fornire indicazioni pratiche utili a orientare l’azione di lavoratori, imprese, professionisti e altri operatori del mercato del lavoro.

Abstract del seminario

Con l’obiettivo di promuovere condizioni di lavoro più “trasparenti e prevedibili” il Decreto Legislativo n. 104/2022, in attuazione della Direttiva europea n. 2019/1152, ha introdotto nel nostro ordinamento una serie di disposizioni dal carattere fortemente innovativo, se pur di non immediata lettura. Infatti il “Decreto Trasparenza” non stabilisce semplicemente, come potrebbe sembrare a prima vista, una serie di nuovi obblighi informativi a carico dei datori di lavoro, ma anche e soprattutto alcune tutele di “nuova generazione” a favore dei lavoratori, anche autonomi, attraverso l’affermazione di principi generali destinati ad incidere profondamente sul sistema di regolazione dei rapporti di lavoro. È il caso della tutela contro i licenziamenti e le “equivalenti misure” a “effetto sfavorevole” adottate nei confronti dei lavoratori che vogliano far valere i diritti riconosciuti dal Decreto; tutela suscettibile di ampliare la nozione ed il novero dei comportamenti ritorsivi del datore di lavoro.

Nel segno di una più ampia libertà di autodeterminazione del lavoratore subordinato, il Decreto afferma inoltre il diritto al cumulo di più impieghi e la possibilità, per quest’ultimo, di “determinare il luogo di lavoro”, segnando un traguardo ben più avanzato rispetto alla disciplina del lavoro agile. Più in generale, risulta limitato il “potere organizzativo” del datore di lavoro, cui viene chiesto di adoperarsi al fine ridurre l’incertezza e l’imprevedibilità delle condizioni di lavoro, nonché di rispettare alcune regole nell’assegnazione degli incarichi e nella valutazione delle prestazioni. Non da ultimo, l’obbligo di fornire al lavoratore in modo “chiaro e comprensibile” informazioni dettagliate sulle condizioni applicate al rapporto chiama in causa anche il ruolo delle parti sociali nella redazione dei contratti collettivi – che
rappresentano la fonte principale di tale disciplina – e l’importanza della corretta interpretazione
delle loro clausole.

Nella consapevolezza dei diversi profili di incertezza e criticità che l’attuazione della nuova disciplina comporta, nonché del ruolo che possono assumere, in un siffatto contesto, anche le Commissioni di Certificazione, la Fondazione Marco Biagi ha deciso di dedicare un focus specifico al Decreto Trasparenza che, alla luce di una disamina ad ampio spettro delle sue molteplici implicazioni sistematiche, si propone di fornire indicazioni pratiche utili a orientare l’azione di lavoratori, imprese, professionisti e altri operatori del mercato del lavoro.

Leggi il programma del seminario

Coordina i lavori: Francesco Basenghi Ordinario di Diritto del Lavoro, Università di Modena e Reggio Emilia

Sessione 1 – Il nuovo sistema di obblighi e sanzioni

La nuova disciplina degli oneri informativi. Cambiano le lettere di assunzione?
Francesco Natalini Consulente del Lavoro e Commercialista – Docente in Diritto del Lavoro, Università Ca’ Foscari

Il sistema sanzionatorio per la violazione degli oneri informativi
Pierluigi Rausei Dirigente Ispettorato Nazionale del Lavoro* e Coordinatore della “Rivista Diritto & Pratica del Lavoro”

* Le considerazioni svolte nell’intervento sono frutto esclusivo del pensiero personale dell’Autore e non hanno carattere impegnativo per l’Amministrazione alla quale appartiene

Nuovi oneri e nuove opportunità per le Commissioni di Certificazione?
Roberto Pinardi Ordinario di Diritto Pubblico, Università di Modena e Reggio Emilia

Sessione 2 – Quattro domande sul Decreto Trasparenza

La nuova protezione contro i licenziamenti e le misure “a effetto sfavorevole”. Verso una più ampia nozione generale di licenziamento ritorsivo (e mobbing)?
Francesco Basenghi Ordinario di Diritto del Lavoro, Università di Modena e Reggio Emilia

Il diritto al cumulo di più attività. Cambiano i confini dell’obbligo di sicurezza? E quelli dell’obbligo di fedeltà?
Giuseppe Pellacani Ordinario di Diritto del Lavoro, Università di Modena e Reggio Emilia

Cambia la nozione di luogo di lavoro? Nuovi scenari oltre il lavoro agile
Alberto Russo Ricercatore in Diritto del Lavoro, Fondazione Marco Biagi

Nuove limitazioni al potere di “organizzazione” del datore di lavoro e nuovi problemi interpretativi dei contratti collettivi?
Livia Di Stefano Ricercatrice a contratto in Diritto del Lavoro, Fondazione Marco Biagi

Formazione continua

L’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Modena, nella seduta dell’11 ottobre 2022, ha deliberato il riconoscimento di n. 3 crediti per l’evento. I crediti saranno riconosciuti soltanto a coloro che parteciperanno in presenza.

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Modena, nella seduta del 12 ottobre 2022, ha deliberato di attribuire all’incontro in oggetto n. 2 crediti formativi in diritto del lavoro, per la sola partecipazione in presenza, subordinandone la validità alla prova dell’effettiva partecipazione per almeno l’80% della durata dell’evento da documentarsi a cura degli organizzatori.

Rivedi la registrazione

Sei interessato? Contattaci!