Logo Fondazione Marco Biagi Logo Università di Modena e Reggio Emilia

Obiettivi e prospettive occupazionali

Prospettive occupazionali

Il dottore di ricerca potrà utilizzare le competenze acquisite sia svolgendo attività di ricerca presso istituti di ricerca pubblici e privati nazionali o internazionali, che come esperto nell’ambito di enti pubblici e privati richiedenti competenze di indirizzo sull’impatto e il disegno delle politiche del lavoro e delle istituzioni del mercato del lavoro. Tra le istituzioni di ricerca pubbliche dove utilizzare le competenze acquisite sono incluse anche quelle appartenenti al circuito accademico, che si configurano come uno degli sbocchi naturali del Corso.

 

In particolare il dottore di ricerca potrà collocarsi all’interno di istituzioni formative e di ricerca private o pubbliche, ovvero  potrà inserirsi come dipendente o consulente esterno presso aziende di media o grande dimensione, con compiti di studio e alta progettazione sui temi legali correlati all’organizzazione del personale e dei processi produttivi.
Potrà inoltre inserirsi presso organizzazioni sindacali o datoriali o presso istituzioni pubbliche, al fine di esercitare funzioni direttive con riguardo alla conduzione delle trattative sindacali, interlocuzione con le strutture di rappresentanza dei lavoratori, di amministrazione dei contratti collettivi, gestione delle vertenze e composizione delle controversie collettive.
Potrà altresì essere impiegato presso le strutture di alta direzione o progettazione delle imprese di fornitura di lavoro o dei soggetti pubblici e privati esercenti attività di intermediazione o erogazione di servizi per l’impiego, con compiti di ideazione e direzione di strategie organizzative e commerciali.

 

Obiettivi

Il Corso mira a fornire una strumentazione concettuale e metodologica interdisciplinare per indagare il lavoro contemporaneo, in qualità e quantità, come questione giuridica, sociale ed economica, e per intervenire sulle sue dinamiche, a livello micro, meso e macro.

 

L’obiettivo perseguito è quello di selezionare e formare, attraverso un metodo di lavoro interdisciplinare e comparato, fortemente orientato alla applicazione pratica dei risultati e, dunque, collegato con le realtà produttive e sociali non solo locali ma nazionali e internazionali, giovani ricercatori destinati principalmente a operare, già nella fase di svolgimento del dottorato, in imprese italiane e straniere, organismi internazionali, istituzioni, associazioni e organizzazioni sindacali (anche nella modalità “dell’alto apprendistato”).