Logo Fondazione Marco Biagi Logo Università di Modena e Reggio Emilia

Aree di ricerca

Nell’anno accademico 2020/2021 (XXXVI ciclo) si privilegeranno i filoni di ricerca, illustrati brevemente di seguito.

 

Trasformazione del lavoro, innovazione e modelli di business

La trasformazione digitale delle imprese e del lavoro e la diffusione del paradigma 4.0 comportano una radicale trasformazione non solo nella tecnologia, ma anche nella struttura e nella dinamica del lavoro, nella organizzazione dell’impresa e nei modelli di business. Ciò sta portando ad una modifica delle competenze richieste dai processi produttivi, commerciali e di servizio, ponendo interrogativi sull’evoluzione delle professioni e sullo stesso impatto occupazionale.

In questa prospettiva sono di interesse temi quali:

  • effetti della digitalizzazione nelle principali attività economiche, dalla manifattura, ai servizi finanziari, alla pubblica amministrazione;
  • strumenti di assessment organizzativo, con particolare attenzione alle risorse umane e dunque ai profili di competenze, disponibili e non, propedeutici alla trasformazione delle imprese e degli enti pubblici in chiave 4.0;
  • innovazioni nei modelli di business: nello specifico, ci si occupa di organizzazione fisica e digitale (phygital) dei modelli di business; con particolare riferimento agli impatti socio-economici dell’uso di nuove tecnologie di guida assistita nel settore automobilistico, alla mobilità sostenibile e alle strategie di crescita delle start up innovative;
  • impatto delle piattaforme digitali nel processo di creazione del valore, con implicazioni importanti sul riassetto di ampi settori dell’attività economica;
  • aspetti giuridici legati al lavoro agile indotto dalle nuove tecnologie, inclusi i temi della sicurezza e delle relazioni di lavoro (esuberi e “disoccupazione tecnologica”, riconversione e ricollocazione professionale dei lavoratori, ammortizzatori sociali, intervento sindacale);
  • mobilità transnazionale delle imprese e del lavoro

Referenti: prof. Tommaso Fabbri, prof. Gianluca Marchi e prof. Giovanni Solinas.

Gruppo di lavoro: prof. Tommaso Fabbri (Organizzazione e risorse umane), prof. Gianluca Marchi (Marketing e Innovazione), prof. Bernardo Balboni (Imprenditorialità e innovazione), prof.ssa Ylenia Curzi (Organizzazione e risorse umane), prof. Simone Scagliarini (Diritto pubblico), dott. Iacopo Senatori (Diritto del lavoro e relazioni industriali), prof. Giovanni Solinas (Economia industriale e Valutazione politiche pubbliche), prof. Enrico Giovannetti (Valutazione politiche pubbliche), dott.ssa Livia Di Stefano (post-doc Diritto del Lavoro), dott. Dario Fontana (post-doc Sociologia del lavoro), dott. Luca Bonacini (dottorando in Lavoro, Sviluppo e Innovazione), Ing. Silvia Fareri (dottoranda in Lavoro, Sviluppo e Innovazione).

SHORT BIO DEI REFERENTI

Tommaso Fabbri, Professore Ordinario di Organizzazione Aziendale presso l’Università di Modena e Reggio Emilia dal gennaio 2018, Vicedirettore della Scuola di Dottorato E4E (Engineering for Economics – Economics for Engineering), coordinatore scientifico presso la Fondazione Marco Biagi e membro della faculty del Master in Organizations & Human Resource Management della Bologna Business School. Fra le sue più recenti pubblicazioni: (2018): Digital Work: an organizational perspective,  e  DigitAgile: The Office in a Mobile Device. Threats and Opportunities for Workers and Companies (con R. Albano, S. Bertolini, T. Parisi, Y. Curzi), in Ales, E., Curzi, Y., Fabbri, T., Rymkevich, O., Senatori, I., Solinas, G. (Eds), Working in Digital and Smart Organizations - Legal, Economic and Organizational Perspectives on the Digitalization of Labour Relations, Palgrave MacMillan; Enterprise 4.0: a big game for a (digital & data-driven) HR Manager (con A. Scapolan), e Work autonomy, discretion and control in Industry 4.0 (con Albano e Curzi)  in F. Cantoni, G. Mangia (Eds), HR and Innovation 4.0: big match or pacific game, Routledge.

Gianluca Marchi, Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. Attualmente svolge il ruolo di Delegato del Rettore per la Terza Missione, Direttore del Dipartimento di Economia Marco Biagi ed insegna nei corsi di Strategy and Innovation e di Economia e gestione delle imprese. I suoi studi riguardano l’internazionalizzazione e l’innovazione di impresa. In campo di innovazione si è occupato di user innovation, di innovazione di prodotto, di start up innovative. Su tali temi è autore di numerose pubblicazioni, tra cui lavori su riviste quali Research Policy, Journal of Business Research e Technovation. È manager di progetto del Contamination Lab dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, che si occupa di imprenditorialità studentesca e di supporto alle start up accademiche. È membro del Comitato Scientifico di “Modena Smart Automotive Area”.

 

Giovanni Solinas, Professore Ordinario di Economia Politica. Direttore del Centro interateneo EmiliaLab (Università di Ferrara, Modena e Reggio Emilia e Parma, (2014-2017). Vicepresidente della Conferenza nazionale dei direttori di area economica (2017-2018). Componente dei Centri di ricerca: EmiliaLab e Capp (Centro di analisi delle politiche pubbliche, Università di Modena e Reggio Emilia). Direttore del progetto interateneo COME (Competences for Manufacturing in Emilia-Romagna) proposto dai Dipartimenti di Economia di Modena, Reggio Emilia, Parma e Ferrara, attraverso il Centro Interateneo EmiliaLab e finanziato nel luglio 2017 (Piano Triennale Alte Competenze per la ricerca, il trasferimento tecnologico e l’imprenditorialità). Referente per la Fondazione Brodolini dell’Indagine sulla offerta di formazione professionale in Italia.  Ambiti di ricerca: Economia industriale, Economia del lavoro, Valutazione delle politiche pubbliche. Fra le sue pubblicazioni più recenti con Ales, E., Curzi, Y., Fabbri, T., Rymkevich, O., Senatori, I.,  (Eds), Working in Digital and Smart Organizations - Legal, Economic and Organizational Perspectives on the Digitalization of Labour Relations, Palgrave / MacMillan.

Organizzazione del lavoro, discrezionalità esecutiva e valutazione della prestazione nell’impresa digitale

La dematerializzazione e l’automazione degli apparati e dei processi produttivi presentano numerose implicazioni per i rapporti di lavoro, investendo le modalità di organizzazione delle prestazioni lavorative individuali e di team, sempre più svincolate dalle abituali coordinate spazio-temporali e dalle consolidate catene gerarchiche. Tali mutamenti intersecano la sfera gestionale e quella contrattuale, ponendo inedite problematiche di compliance e autoregolazione (unilaterale o consensuale, a livello individuale e/o collettivo) negli ambiti del job design, della valutazione della prestazione e più in generale della tutela del lavoro. Performance management. Data-driven (HR) management. Osservatorio.

Referenti: prof. Tommaso Fabbri, dott. Iacopo Senatori

Gruppo di lavoro: prof. Tommaso Fabbri (Organizzazione del lavoro), prof.ssa Ylenia Curzi (Organizzazione e risorse umane), dott. Iacopo Senatori (Diritto del lavoro e relazioni industriali), prof.ssa Tindara Addabbo (Economia del lavoro), prof. Gianluca Marchi (Marketing e Innovazione), prof. Alberto Levi (Diritto del Lavoro), prof. Edoardo Ales (Diritto del lavoro),  dott.ssa Chiara Gaglione (dottoranda in Lavoro, Sviluppo e Innovazione), dott.ssa Ilaria Purificato (dottoranda in Lavoro, Sviluppo e Innovazione)

Docenti esterni: Prof. Rüdiger Krause (Univ. Goettingen)

SHORT BIO DEL REFERENTE

Tommaso Fabbri, Professore Ordinario di Organizzazione Aziendale presso l’Università di Modena e Reggio Emilia dal gennaio 2018, Vicedirettore della Scuola di Dottorato E4E (Engineering for Economics – Economics for Engineering), coordinatore scientifico presso la Fondazione Marco Biagi e membro della faculty del Master in Organizations & Human Resource Management della Bologna Business School. Fra le sue più recenti pubblicazioni: (2018): Digital Work: an organizational perspective,  e  DigitAgile: The Office in a Mobile Device. Threats and Opportunities for Workers and Companies (con R. Albano, S. Bertolini, T. Parisi, Y. Curzi), in Ales, E., Curzi, Y., Fabbri, T., Rymkevich, O., Senatori, I., Solinas, G. (Eds), Working in Digital and Smart Organizations - Legal, Economic and Organizational Perspectives on the Digitalization of Labour Relations, Palgrave / MacMillan; Enterprise 4.0: a big game for a (digital & data-driven) HR Manager (con A. Scapolan), e Work autonomy, discretion and control in Industry 4.0 (con Albano e Curzi)  in F. Cantoni, G. Mangia (Eds), HR and Innovation 4.0: big match or pacific game, Routledge.

Iacopo Senatori, Ricercatore di diritto del lavoro presso la Fondazione Marco Biagi (Università di Modena e Reggio Emilia). Referente dell'area giuridica nel Collegio docenti del Dottorato di ricerca in Lavoro, Sviluppo e Innovazione dell'Università di Modena e Reggio Emilia. Ha conseguito un dottorato di ricerca in Diritto del lavoro e relazioni industriali nell'Università di Bologna. I suoi principali ambiti di studio sono la rappresentanza collettiva dei lavoratori, la contrattazione collettiva, i diritti di informazione e consultazione, il welfare aziendale e le implicazioni giuridiche e regolatorie delle trasformazioni del lavoro. Autore di una monografia e di numerosi saggi, note e commenti in materia di diritto del lavoro e le relazioni industriali, pubblicati su riviste e volumi nazionali ed internazionali. Relatore in seminari e convegni in Italia e all'estero. È contitolare dell'insegnamento di Diritto del lavoro presso la Scuola di Scienze Politiche dell'Università di Bologna e dell'insegnamento di Comparative Industrial Relations presso la Bologna Business School.

Engineering economics e financial innovation

I progetti di ricerca dell’area sono indirizzati alla creazione di modelli di valutazione relativi a scelte gestionali di investimento e finanziamento e all’analisi di prodotti e processi innovativi nell’ambito della social and sustainable finance e del crowdfunding. In particolare, si progettano sistemi di financial modeling e financial reporting e si analizzano i costi e i benefici di decisioni di tipo ingegneristico e industriale e, più in generale, di azioni gestionali vòlte alla creazione di valore, declinato sia dal punto di vista economico-finanziario sia sotto il profilo dell’impatto sociale e della sostenibilità ecologica. Si identificano i value drivers e si misura il loro impatto sul valore e sui vari tipi di rischio (operativo, finanziario, reputazionale ecc.). Si sviluppano criteri di decision-making (prospettiva ex ante) e misure di investment performance (prospettiva ex post).  Si prendono in esame modalità innovative di copertura dei fabbisogni finanziari complessi e di finanziamento all’imprenditorialità, e si valutano le opportunità inerenti all’equity crowdfunding.

In questa prospettiva sono di interesse temi quali:

  • progettazione di financial modeling e reporting per progetti ingegneristici, industriali e, in generale, per decisioni manageriali
  • analisi della sostenibilità complessiva di un progetto/ decisione (economico-finanziaria, sociale e Social Development Goals)
  • modelli e metriche per la misurazione del valore creato, del valore sociale e del social impact dell’innovazione e degli investimenti
  • analisi delle fonti di incertezza; determinazione dei value drivers e misurazione di impatto sulla creazione di valore
  • ex post auditing, analisi degli scostamenti, determinazione dei fattori causali di deviazione
  • analisi della robustezza logica e della coerenza interna dei modelli finanziari
  • produzione di misure e criteri di valutazione e di decisione (relativi ed assoluti)
  • financial innovation e schemi finanziari innovativi per coprire fabbisogni finanziari complessi e per il finanziamento dell’imprenditorialità
  • digital trasformation, financial platform ed ecosistemi bancari (modelli di business dei gruppi bancari);
  • analisi dell’equity crowdfunding, dei suoi value drivers e delle best practices
  • Social e sustainable finance, social lending.

Referenti: prof. Andrea Landi, prof. Carlo Alberto Magni e prof.ssa Costanza Torricelli

Gruppo di lavoro: prof. Andrea Landi (Economia degli intermediari finanziari), prof. Carlo Alberto Magni (Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie), prof.ssa Costanza Torricelli (Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie), prof. Stefano Cosma (Economia degli intermediari finanziari), dott. Andrea Marchioni (dottorando in Lavoro, Sviluppo e Innovazione), dott. Davide Baschieri (dottorando in Lavoro, Sviluppo e Innovazione), dott.ssa Daniela Penneta (dottoranda in Lavoro, Sviluppo e Innovazione), dott.ssa Beatrice Bertelli (dottoranda in Lavoro, Sviluppo e Innovazione), dott. Dario Vezzali (dottorando in Lavoro, Sviluppo e Innovazione) e dott. Giorgio Zucchi (dottorando in Lavoro, Sviluppo e Innovazione).

SHORT BIO DEI REFERENTI

Andrea Landi, Professore Ordinario di Economia degli intermediari finanziari, presso il Dipartimento di Economia Marco Biagi (DEMB) dell'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia (Unimore), dove insegna “Economia degli intermediari finanziari”, “Corporate & Investment Banking” ed è  Responsabile del Corso di specializzazione La gestione della tesoreria di impresa. Membro di: European Association of University Teachers in Banking and Finance, Centro studi di banca e finanza (CEFIN) Unimore, Consiglio dell’Associazione Italiana dei Docenti di Economia degli Intermediari e dei Mercati finanziari, Board di Prometeia Advisory Sim, Comitato scientifico di Prometeia Associazione per le previsioni economiche, Comitato scientifico di ASTER, Consorzio per l’innovazione e il trasferimento tecnologico dell’Emilia-Romagna.  Aree di ricerca: struttura finanziaria delle imprese e la gestione bancaria e altre tipologie di intermediari finanziari. L’attività di ricerca si è tradotta nella produzione di numerosi e originali saggi che hanno trovato pubblicazione nelle più importanti riviste dell'area bancaria-finanziaria.

 

Carlo Alberto Magni, Professore Associato presso il Dipartimento di Economia Marco Biagi DEMB (Unimore) dove insegna Matematica generale e finanziaria e Principi e modelli per le decisioni manageriali. Insegna altresì Engineering Economics and Financial Management nel Dottorato Lavoro, sviluppo e innovazione. Le sue aree di ricerca comprendono tematiche di engineering economics, corporate finance, managerial finance, financial management, management accounting, financial mathematics. Ha scritto più di 100 articoli e pubblicato su riviste di punta nel settore, tra cui European Journal of Operational Research, International Journal of Production Economics, Quantitative Finance, Journal of Mathematical Economics, The Engineering Economist, European Accounting Review, Theory and Decision, Managerial Finance, Economic Modelling, Insurance: Mathematics and Economics, Mathematics and Financial Economics, International Journal of Information Technology and Decision Making, Fuzzy Sets and Systems.

 

Costanza Torricelli, Professore ordinario di Metodi matematici dell’economia e delle scienze attuariali e finanziarie (SECS S/06) presso il DEMB Unimore, dove aderisce al Centro Studi Banca e Finanza (Cefin). È ricercatore associato del Center for Research on Pensions and Welfare Policies (CeRP) di Torino. Attualmente insegna Risk Management nel corso di laurea magistrale in Analisi, Consulenza e Gestione finanziaria e Modelli per gli investimenti finanziari nel corso di laurea in Economia e Finanza presso il DEMB. Ha tenuto insegnamenti su temi di finanza presso le Università di Bergamo, Brescia, Udine, Karlsuhe (D) e Cambridge (UK).  L’attività di ricerca copre temi di economia finanziaria in generale, con attenzione a tematiche di risk management e di Household Finance. Ha avuto la responsabilità di numerosi progetti di ricerca su tali temi. Serve da referee per molte riviste internazionali e fa parte dell’Editorial Board della rivista di Politica Economica (Il Mulino). Ha numerose pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali, fra cui Journal of Banking and Finance, Journal of Financial Services Research, Journal of Economic Behavior and Organization, Review of Economics of the Household, Review of Income and Wealth, European Journal of Operational Research, Applied Economics, Applied Financial Economics, Annals of Finance.

Etica e sostenibilità di impresa

In questa prospettiva sono di interesse temi quali:

  • Responsabilità Sociale di Impresa;
  • Finanza Sostenibile e disclosure non finanziaria D.lgs. 254/2016;
  • Certificazione Sociale e altri strumenti di “condizionalità” (Benefit Corporation; Start up Innovative a Vocazione Sociale; Rendicontazione Sociale, di Equità di Genere, di Sostenibilità),
  • Applicazione dei 17 obiettivi SDG nelle aziende, Sostenibilità Socio-Ambientale delle filiere produttive (es. settore agroalimentare; contrasto al fenomeno del “caporalato”;
  • equa distribuzione del valore all’interno delle filiere);
  • Social Entrepreneurship, Metodi quantitativi applicati alla sostenibilità d’impresa;
  • Analisi di studi di caso.

Referente: Prof.ssa Ulpiana Kocollari (Economia Aziendale)

Gruppo di lavoro: Prof. Andrea Landi (Economia degli intermediari finanziari), Prof. Stefano Cosma (Finanza), Prof.ssa Tindara Addabbo (Economia del lavoro), Dott.ssa Ylenia Curzi (Organizzazione e risorse umane), Dott.ssa Maddalena Cavicchioli (Statistica Economica), Prof. Enrico Giovannetti (Economia Applicata), Prof. Francesco Basenghi (Diritto del Lavoro), Prof. Simone Scagliarini (Diritto Pubblico), Dott. Iacopo Senatori (Diritto del Lavoro e relazioni industriali), Dott. Alberto Russo (Diritto del lavoro), dott. Markus Cappello (dottorando in Lavoro, Sviluppo e Innovazione), Dott.ssa Livia Di Stefano (post-doc Diritto del lavoro), Dott.ssa Eleonora Costantini (post-doc Economia)

Docenti esterni: Prof. James Hagen (Hamline University), Prof.ssa Piera Campanella (Urbino)

SHORT BIO DELLA REFERENTE

Ulpiana Kocollari, Professore Associato in Economia Aziendale presso il Dipartimento di Economia Marco Biagi dove insegna “Etica e Responsabilità Sociale d’Impresa” e “Strategia dello sviluppo sostenibile delle aziende”. I suoi interessi scientifici si inseriscono dell'ambito della misurazione, gestione e comunicazione della sostenibilità delle imprese. I suoi principali lavori di ricerca trattano argomenti come la dimensione sociale delle imprese e la sua misurazione (Kocollari U., “Strategic Corporate Resposnsibility. The Social Dimension of Firms”, New York, Routledge, 2018), l’innovazione sociale e la social entrepreneurship (Balboni B., Kocollari U., Pais I., “Crowdfunding for social enterprises: An exploratory analysis of the Italian context”, Emerlad, 2016). Ha partecipato in numerosi progetti di ricerca a livello nazionale ed internazionali e ha collaborato per diversi anni con l’Institute Corporate Responsibility Management, Steinbeis University di Berlino.

Salute, disabilità, lavoro e cura

In questa prospettiva sono di interesse le seguenti tematiche:

  • Big data in health economics;
  • Valutazione impatto condizioni lavorative sulla salute;
  • Analisi dell’impatto socio-economico di particolari patologie sia sui pazienti che sui caregivers con attenzione particolare all’impatto sul lavoro e alle proposte di policies;
    • Lavoro digitale, agile e flessibile: le implicazioni sulla salute, la qualita’ del lavoro e la conciliazione vita-lavoro
    • Lavorare da remoto: segregazione o benessere?
    • Lavoratori agili e diritto alla disconnessione
    • Lavoro agile, digitale e qualita’ del lavoro nel settore pubblico
    • Long term care e burnout del caregiver. Supporto familiare, politiche sociali e del lavoro
  • Salute mentale e previdenza sociale;
  • Sicurezza, prevenzione e tutela antinfortunistica;
  • Condizione di Ben-essere nel posto di lavoro;
  • Trasformazioni del lavoro e identità dei lavoratori.

Referenti: prof.ssa Tindara Addabbo, dott.ssa Ylenia Curzi e prof.ssa Barbara Pistoresi

Gruppo di lavoro: prof. Tommaso Fabbri (Organizzazione del lavoro), Ylenia Curzi (Organizzazione e risorse umane), prof.ssa Claudia Canali (Ingegneria), dott.ssa Maddalena Cavicchioli (Statistica Economica), dott. Iacopo Senatori (Diritto del Lavoro e relazioni industriali), dott.ssa Olga Rymkevich (Diritto del Lavoro), dott. Giorgio Mattei (Psichiatria e Ph.D student in Lavoro, Sviluppo e Innovazione), dott.ssa Andreea Piriu (post doc in Economia del Lavoro), dott.ssa Elena Sarti (post doc in Economia del Lavoro), Prof.ssa Susan Bisom-Rapp

SHORT BIO DELLE REFERENTI

Tindara Addabbo: Prof. Ordinario in Politica Economica presso il Dipartimento di Economia Marco Biagi, Coordinatrice Dottorato Lavoro, Sviluppo e Innovazione. Componente CRID (Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e Vulnerabilità), CAPP (Centro di Analisi delle Politiche Pubbliche), Ciret (Centro di Ricerca Interuniversitario "Ezio Tarantelli"), Comitato scientifico Fondazione Marco Biagi, European Gender Budgeting Network. Svolge attività di ricerca su: discriminazione occupazionale e salariale, istruzione e capitale umano, lavoro e salute mentale, qualità del lavoro, impatto di genere delle politiche pubbliche e misurazione del ben-essere.Fra le sue pubblicazioni nell’area: "Self-reported unemployment status and recession: An analysis on the Italian population with and without mental health problems", (coautori Elena Sarti, Fabrizio Starace, Francesco Mungai), PLoS ONE 12(4), 2017; 'Well-being and work' in Tindara Addabbo, Edoardo Ales, Iacopo Senatori e Ylenia Curzi (eds.) (2017) Well-being at and through Work, Torino, Giappichelli;'Healthy life, social interaction and disability', (coautori Elena Sarti, Dario Sciulli) Quality & Quantity, 2016, 50(6).

Ylenia Curzi: Professore associato di Organizzazione Aziendale presso il Dipartimento di Economia Marco Biagi dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia presso il quale è titolare dell’insegnamento in inglese di Forme organizzative e progettazione (corso di laurea magistrale in International Management e Relazioni di Lavoro). Ha conseguito il dottorato in Scienze Aziendali presso l’Università degli Studi di Udine ed è visiting scholar alla Cardiff Business School di Galles (UK). I suoi principali interessi di ricerca riguardano il benessere organizzativo, la conciliazione vita-lavoro, regolazione organizzativa e digitalizzazione del lavoro, la gestione e valutazione della prestazione lavorativa.

Barbara Pistoresi: Professore Associato Economia Politica. Dipartimento di Economia Marco Biagi (DEMB). Componente Collegio di Dottorato in Lavoro Sviluppo e Innovazione. Aree di ricerca: analisi delle serie storiche, econometria applicata, health economics. Progetti in corso nell’area: Smartworking: stress and satisfaction (con Y.Curzi e T. Fabbri); Salute, disturbi del comportamento e recessione (con T.Addabbo e G.Mattei); Mortalità, speranza di vita e sviluppo economico (con M.Cavicchioli); Health care (con T.Addabbo e G. Mattei). Su questi temi è coautrice di saggi pubblicati in interviste internazionali fra cui: The European Journal of Health Economics, Social Psychiatry and Psychiatric Epidemiology.

Ineguaglianze di genere nei percorsi formativi nell’area STEM ed effetti sull’accesso a digital economy

Il presente filone di ricerca si propone di analizzare in una prospettiva di genere le diseguaglianze esistenti nei percorsi formativi nell’area STEM e gli effetti sulla partecipazione alla digital economy.

In questa prospettiva sono di interesse temi quali:

  • Determinanti delle diseguaglianze di genere in STEM con particolare attenzione all’area ICT (attraverso la stima di modelli econometrici sulle fonti di dati disponibili, come il data base OECD Programme for International Students assessment - per individuare i fattori individuali, familiari, sociali, e legati alle metodologie di insegnamento che agiscono sul gender divide);
  • Valutazione delle politiche e delle azioni intraprese in ambito nazionale e internazionale per sviluppare la partecipazione delle donne in STEM & ICT;
  • Diseguaglianze di genere nelle professioni in area STEM & ICT

Referenti: Prof.ssa Tindara Addabbo (Economia del lavoro) e Prof.ssa Claudia Canali (Ingegneria)

Gruppo di lavoro: Dott.ssa Anzelika Zaiceva (Politica economica), Prof.ssa Marina Murat (Economia politica), Dott.ssa Maddalena Davoli (dottoranda Goethe-Universität Frankfurt am Main), Prof. Alberto Rinaldi (Storia economica e del lavoro), Prof. Andrea Giuntini (Storia economia e del lavoro), Dott.ssa Federica Pillo (dottoranda in Lavoro, Sviluppo e Innovazione), Prof. Susan Bisom-Rapp (Thomas Jefferson School of Law), Dott.ssa Chiara Tasselli (dottoranda in Lavoro, Sviluppo e Innovazione)

SHORT BIO DELLE REFERENTI

Tindara Addabbo, Professore Ordinario in Politica Economica presso il Dipartimento di Economia Marco Biagi, Coordinatrice Dottorato Lavoro, Sviluppo e Innovazione. Componente CRID (Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e Vulnerabilità), CAPP (Centro di Analisi delle Politiche Pubbliche), Ciret (Centro di Ricerca Interuniversitario "Ezio Tarantelli"), Comitato scientifico Fondazione Marco Biagi, European Gender Budgeting Network. Svolge attività di ricerca su: discriminazione occupazionale e salariale, istruzione e capitale umano, lavoro e salute mentale, qualità del lavoro, impatto di genere delle politiche pubbliche e misurazione del ben-essere. Fra le sue pubblicazioni nell’area: “Are there immigrant-gender gaps in education? An empirical investigation based on PISA data from Italy” (coautrici Davoli, M. e Murat, M.) in Laura Palmerio & Elisa Caponera (a cura di), Le indagini internazionali OCSE e IEA del 2015. Contributi di approfondimento, Collana INVALSI (Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema educativo di Istruzione e di formazione) per la Ricerca, Milano, Angeli, 2019; 'Education capability: a focus on gender and science', (coautrici: M.L. Di Tommaso & A. Maccagnan), Social Indicators Research; 'Gender differences in Italian children’s capabilities' (coautrici M.L. Di Tommaso & A. Maccagnan) Feminist Economics, 2014.

Claudia Canali: Professore Associato al Dipartimento di Ingegneria ‘Enzo Ferrari’ (DIEF). Responsabile per UNIMORE del progetto HORIZON 2020 EQUAL-IST “Gender Equality Plans for Information Sciences and Technology Research Institutions” ed organizzatrice del summer camp Ragazze Digitali (www.ragazzedigitali.it) per avvicinare le ragazze all’informatica. Componente del CUG (Comitato Unico di Garanzia), del CRID (Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e Vulnerabilità) dell’Università di Modena e Reggio Emilia e membro del gruppo nazionale CRUI sul Bilancio di Genere. Fra le sue pubblicazioni nell’area: “A Best Practice for Attracting Female Students to Enrol in ICT Studies”, Second International Conference on Gender Research (ICGR 2019); "Negotiating Gender Equality Policies in IST-ICT Research Institutions: Reflections from the Participatory Audit to Design of Gender Equality Plans in the EQUAL-IST Project", First International Conference on Gender Research (ICGR 2018); "Gender Equality in Tertiary Education and Research Institutions: An Evaluation Proposal", First International Conference on Gender Research (ICGR 2018).

La libera circolazione e la protezione dei dati personali nell'era digitale

Il cambiamento connesso al fenomeno della digitalizzazione è oggi posto al centro dello sviluppo di un’economia fondata sul possesso e la libera circolazione dei dati, ove anche il modo di lavorare e, più in generale, di vivere appaiono fortemente trasformati. In tale contesto a mutare sono, inevitabilmente, anche il contenuto e le forme di tutela dei diritti – da quelli “tradizionali” a quelli di nuova emersione – e ciò ha richiesto e richiede parallelamente interventi nuovi e diversificati da parte del legislatore, sia europeo che nazionale, tra i quali in particolare quelli finalizzati alla promozione di misure adeguate di tutela per la protezione dei dati personali. 

Il presente filone di ricerca si propone di analizzare in una prospettiva interdisciplinare l’impatto dell’uso e della circolazione dei dati e delle principali regole e misure – anche tecniche – di protezione della privacy sull’organizzazione e sull’attività degli enti, pubblici e privati.

In questa prospettiva sono di interesse le seguenti tematiche: 

  • gestione della privacy nel rapporto di lavoro, videosorveglianza e controllo del lavoratore;
  • garanzia ed effettività del diritto alla privacy nell’ambito delle smart cities e dell’IoT;
  • privacy e protezione dei dati personali nella ricerca medica e scientifica;
  • digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, trasparenza amministrativa e riservatezza;
  • Automated Decision Making e protezione dei dati; 
  • uso dei big data in ambito pubblico e privato;
  • open data e riutilizzo dei dati pubblici;
  • privacy e sicurezza informatica.

Referenti: Prof. Simone Scagliarini, Prof. Alberto Levi

Gruppo di lavoro: Prof.ssa Claudia Canali (Ingegneria informatica); Prof. Tommaso Fabbri (Organizzazione del lavoro); Prof. Alberto Levi (Diritto del lavoro); Prof.ssa Marta Otto (Diritto del lavoro); Prof. Roberto Pinardi (Diritto pubblico); Prof. Simone Scagliarini (Diritto pubblico); Dott.ssa Noemi Miniscalco (Assegnista di ricerca in Istituzioni di diritto pubblico); dott. Matteo Bursi (dottorando in Lavoro, Sviluppo e Innovazione); avv. Ilaria Del Giglio (dottoranda in Lavoro, Sviluppo e innovazione).

SHORT BIO DEI REFERENTI

Simone Scagliarini, Professore Associato di Istituzioni di diritto pubblico nell’Università di Modena e Reggio Emilia e Vicedirettore del Dipartimento di Economia Marco Biagi. Coordinatore dell’Osservatorio Privacy della Fondazione Marco Biagi, ha la suo attivo diversi saggi e note a sentenza sul tema della protezione dei dati personali, tra cui l’opera monografica “La riservatezza e i suoi limiti” (Roma, 2013). È componente del Comitato scientifico del progetto interateneo Smart City 4.0 Sustainable Lab e coordinatore del tavolo di lavoro sui profili etici e legali del progetto MASA – Modena Automotive Smart AreaÈ altresì membro del CRID (Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e Vulnerabilità) dell’Università di Modena e Reggio Emilia e in particolare dell’Officina informatica su “Diritto, Etica, Tecnologie (DET)”.

Alberto Levi, Professore Ordinario di Diritto del lavoro presso il Dipartimento Chirurgico, medico, odontoiatrico dell’Università di Modena e Reggio Emilia e Presidente della Commissione di certificazione dei contratti di lavoro della Fondazione Marco Biagi. È Presidente del corso di laurea magistrale in Relazioni di lavoro e autore di numerose pubblicazioni, tra cui l’opera monografica “Il controllo informatico sull’attività dei lavoratori” (Torino 2013).

Impatto socioeconomico della pandemia e strategie di ripresa

L’area di ricerca analizza in una prospettiva interdisciplinare l’impatto socioeconomico della pandemia COVID-19 e le strategie di ripresa. Si analizza l’impatto sulle diverse dimensioni del benessere, sul lavoro, con particolare attenzione al lavoro agile e al lavoro autonomo e all’approfondimento delle diseguaglianze di genere nel mercato del lavoro. Si introdurrà un focus specifico sull’impatto socioeconomico della pandemia e sulle prospettive di ripresa in Regione Emilia-Romagna.

A pochi mesi dal manifestarsi della pandemia è emersa inoltre una letteratura di riferimento di dimensioni non trascurabili sui suoi effetti sulle strutture industriali e sui sistemi produttivi locali sia nelle aree sviluppate sia nei paesi emergenti. Ci sarà una contrazione del commercio mondiale di dimensioni importanti a breve termine (resa più grave dalle politiche commerciali di USA e Cina). A questo trend, si sommerà un possibile riassetto delle catene del valore globali, con effetti a cascata anche sulle economie regionali. Nell’ambito dell’area di ricerca si analizzerà quindi l’impatto sulle catene del valore con particolare riferimento all’ambito regionale e agli esiti sui livelli occupazionali, sulle condizioni di lavoro e sulla stessa domanda di competenze nei sistemi locali.

Le linee di ricerca sono sintentizzabili in:Economia e lavoro in Emilia Romagna:

  • impatto socioeconomico della pandemia e prospettive di ripresa
  • Pandemia, crisi economica e salute. Il ruolo del welfare e delle politiche del lavoro.
  • Gli effetti indotti dalla pandemia sulla struttura industriale, sulle catene del valore, e sul lavoro con particolare riferimento alle economie regionali e ai sistemi produttivi locali
  • Il lavoro autonomo dopo la pandemia tra vulnerabilità sociale e nuovi strumenti di tutela
  • Lavoro agile e digitalizzazione dei processi di lavoro nel post-emergenza

Referenti: Prof.ssa Tindara Addabbo, Prof. Tommaso Fabbri, Prof.ssa Barbara Pistoresi, Prof. Iacopo Senatori, Prof. Giovanni Solinas.

Gruppo di lavoro: Prof.ssa Tindara Addabbo, Prof. Edoardo Ales, Prof.ssa Claudia Canali, Dott.ssa Eleonora Costantini, Prof.ssa Ylenia Curzi, Prof. Tommaso Fabbri, Dott.ssa Chiara Gaglione, Dott.ssa Ilaria Del Giglio, Prof. Alberto Levi, Dott.ssa Valeria Martinelli, Dott.ssa Andreea Piriu, Prof.ssa Barbara Pistoresi, Dott.ssa Ilaria Purificato, Dott. Iacopo Senatori, Prof.ssa Chiara Strozzi, Prof.ssa Paula Rodriguez-Modroño, Prof.ssa Susan Bisom-Rapp, Dott. Filippo Damiani, , Prof. Ajay Mehra, Dott. Luca Bonacini, Dott. Stefano Boscolo, Dott. Giorgio Mattei

Short Bio dei Referenti:

Tindara Addabbo, Prof. Ordinario in Politica Economica presso il Dipartimento di Economia Marco Biagi, Coordinatrice Dottorato Lavoro, Sviluppo e Innovazione. Componente CRID (Centro di Ricerca Interdipartimentale su Discriminazioni e Vulnerabilità), CAPP (Centro di Analisi delle Politiche Pubbliche), Ciret (Centro di Ricerca Interuniversitario "Ezio Tarantelli"), Comitato scientifico Fondazione Marco Biagi, European Gender Budgeting Network. Svolge attività di ricerca su: discriminazione occupazionale e salariale, istruzione e capitale umano, lavoro e salute mentale, qualità del lavoro, impatto di genere delle politiche pubbliche e misurazione del ben-essere.

Fra le sue pubblicazioni su temi attinenti l’area: Tindara Addabbo, Elisabeth Klatzer, Christa Schlager, Paola Villa, Paloma de Villota (2018) ‘Challenges of Austerity and Retrenchment of Gender Equality’, Ch.4 In: O'Hagan A., Klatzer E. (eds) Gender Budgeting in Europe. Developments and Challenges. Palgrave Macmillan, Cham; Tindara Addabbo, Elena Sarti, Fabrizio Starace, Francesco Mungai (2017) "Self-reported unemployment status and recession: An analysis on the Italian population with and without mental health problems", PLoS ONE 12(4), 2017; Tindara Addabbo, Amélia Bastos, Sara Falcão Casaca, Nata Duvvury, Áine Ní Léime (2015) 'Gender and labour in times of austerity: Ireland, Italy and Portugal in comparative perspective', International Labour Review, 154(4): 449-473, (2015).

Tommaso Fabbri: Professore Ordinario di Organizzazione Aziendale presso l’Università di Modena e Reggio Emilia dal gennaio 2018, Direttore del Dipartimento di Economia Marco Biagi dal 2019 Vicedirettore della Scuola di Dottorato E4E (Engineering for Economics – Economics for Engineering), coordinatore scientifico presso la Fondazione Marco Biagi e membro della faculty del Master in Organizations & Human Resource Management della Bologna Business School. Fra le sue più recenti pubblicazioni: (2018): Digital Work: an organizational perspective,  e  DigitAgile: The Office in a Mobile Device. Threats and Opportunities for Workers and Companies (con R. Albano, S. Bertolini, T. Parisi, Y. Curzi), in Ales, E., Curzi, Y., Fabbri, T., Rymkevich, O., Senatori, I., Solinas, G. (Eds), Working in Digital and Smart Organizations - Legal, Economic and Organizational Perspectives on the Digitalization of Labour Relations, Palgrave / MacMillan; Enterprise 4.0: a big game for a (digital & data-driven) HR Manager (con A. Scapolan), e Work autonomy, discretion and control in Industry 4.0 (con Albano e Curzi)  in F. Cantoni, G. Mangia (Eds), HR and Innovation 4.0: big match or pacific game, Routledge.

Barbara Pistoresi: Professore Associato Economia Politica. Dipartimento di Economia Marco Biagi (DEMB). Componente Collegio di Dottorato in Lavoro Sviluppo e Innovazione. Aree di ricerca: analisi delle serie storiche, econometria applicata, health economics. Progetti in corso nell’area: Smartworking: stress and satisfaction (con Y.Curzi e T. Fabbri); Salute, disturbi del comportamento e recessione (con T.Addabbo e G.Mattei); Mortalità, speranza di vita e sviluppo economico (con M.Cavicchioli); Health care (con T.Addabbo e G. Mattei). Su questi temi è coautrice di saggi pubblicati in interviste internazionali fra cui: The European Journal of Health Economics, Social Psychiatry and Psychiatric Epidemiology.

Iacopo Senatori: Ricercatore di diritto del lavoro presso la Fondazione Marco Biagi (Università di Modena e Reggio Emilia). Project coordinatore dell'area giuridica nel Collegio docenti del Dottorato di ricerca in Lavoro, Sviluppo e Innovazione dell'Università di Modena e Reggio Emilia. Ha conseguito un dottorato di ricerca in Diritto del lavoro e relazioni industriali nell'Università di Bologna. I suoi principali ambiti di studio sono la rappresentanza collettiva dei lavoratori, la contrattazione collettiva, i diritti di informazione e consultazione, il welfare aziendale e le implicazioni giuridiche e regolatorie delle trasformazioni del lavoro. Autore di una monografia e di numerosi saggi, note e commenti in materia di diritto del lavoro e le relazioni industriali, pubblicati su riviste e volumi nazionali ed internazionali. Relatore in seminari e convegni in Italia e all'estero. È contitolare dell'insegnamento di Diritto del lavoro presso la Scuola di Scienze Politiche dell'Università di Bologna e dell'insegnamento di Comparative Industrial Relations presso la Bologna Business School.

Giovanni Solinas: Professore Ordinario di Economia Politica. Direttore del Centro interateneo EmiliaLab (Università di Ferrara, Modena e Reggio Emilia e Parma, (2014-2017). Vicepresidente della Conferenza nazionale dei direttori di area economica (2017-2018). Componente dei Centri di ricerca: EmiliaLab e Capp (Centro di analisi delle politiche pubbliche, Università di Modena e Reggio Emilia). Direttore del progetto interateneo COME (Competences for Manufacturing in Emilia-Romagna) proposto dai Dipartimenti di Economia di Modena, Reggio Emilia, Parma e Ferrara, attraverso il Centro Interateneo EmiliaLab e finanziato nel luglio 2017 (Piano Triennale Alte Competenze per la ricerca, il trasferimento tecnologico e l’imprenditorialità). Referente per la Fondazione Brodolini dell’Indagine sulla offerta di formazione professionale in Italia.  Ambiti di ricerca: Economia industriale, Economia del lavoro, Valutazione delle politiche pubbliche. Fra le sue pubblicazioni più recenti con Ales, E., Curzi, Y., Fabbri, T., Rymkevich, O., Senatori, I.,  (Eds), Working in Digital and Smart Organizations - Legal, Economic and Organizational Perspectives on the Digitalization of Labour Relations, Palgrave / MacMillan.

 

 

Al Corso afferiscono i seguenti Settori Scientifici Disciplinari:

 

Curriculum Lavoro, Sviluppo e Innovazione

  • Diritto commerciale e del lavoro (Ius/07)
  • Diritto costituzionale ed ecclesiastico (Ius/09)
  • Musica, teatro, cinema, televisione e media audiovisivi (l-art/06)
  • Anglistica e angloamericanistica (L-lin/12)
  • Economia (Secs-p/01)
  • Economia (Secs-p/02)
  • Economia (Secs-p/03)
  • Economia aziendale (Secs-p/07)
  • Economia aziendale (Secs-p/08)
  • Economia aziendale (Secs-p/10)
  • Storia economica (Secs-p/12)
  • Statistica e metodi matematici per le decisioni (Secs-s/06)
  • Economia (Secs-p/05)

 

Curriculum Industria 4.0

  • Ingegneria informatica (Ing-inf/05)
  • Diritto costituzionale ed ecclesiastico (Ius/09)
  • Economia (Secs-p/01)
  • Economia aziendale (Secs-p/08)
  • Economia aziendale (Secs-p/10)
  • Economia aziendale (Secs-p/11)
  • Statistica e metodi matematici per le decisioni (Secs-s/06)
  • Storia economica (Secs-p/12)
  • Diritto commerciale e del lavoro (Ius/07)